Sant'Angelo in Vado

Auto per cure palliative Alto Chiascio

Presentata all'ospedale di Gubbio-Gualdo Tadino una Fiat Panda donata dall'associazione Aelc al Servizio di cure palliative del Distretto Alto Chiascio per l'attività di assistenza domiciliare ai pazienti per i quali ogni terapia volta alla guarigione non è più possibile. Alla cerimonia hanno partecipato, tra gli altri, il direttore generale dell'Usl Umbria 1, Andrea Casciari, e la presidente dell'Aelc Orietta Migliarini. L'equipe di cure palliative, coordinata da Loredana Minelli, fornisce l'assistenza domiciliare a pazienti neoplastici terminali residenti a Gubbio, Gualdo Tadino, Fossato di Vico, Sigillo, Costacciaro, Scheggia e Pascelupo. L'attività interdisciplinare è garantita anche da personale dell'Aelc. "La nuova auto - ha sottolineato Casciari - evidenzia la costante attenzione e la forte sensibilità dell'Aelc nei confronti dei servizi sanitari dell'area dell'Alto Chiascio".

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie